Informazioni utili

Ferrovia dei Parchi

Tutto quello che c’è da sapere
prima del viaggio

Alcune informazioni utili, curiosità, le risposte alle domande più frequenti e i nostri consigli, per permetterti di conoscere meglio l’esperienza di viaggio che stai per trascorrere in nostra compagnia.

Accesso al treno storico

La partenza del treno storico avviene dalla stazione ferroviaria di Sulmona, capolinea della tratta.

Per arrivare a Sulmona, dove possibile, fatelo in treno: è più comodo, più sicuro e non dovrai preoccuparti dei parcheggi!

da Pescara C.le (con fermata a Chieti) –> treni regionali di Trenitalia (biglietti su www.trenitalia.com) con partenza al mattino in coincidenza con la partenza del treno storico a Sulmona, e partenza la sera al ritorno dopo il rientro del treno storico a Sulmona.

da Roma –> treni regionali di Trenitalia (biglietti su www.trenitalia.com) con arrivo il giorno precedente e pernotto a Sulmona. Da Roma non vi sono tempi e collegamenti utili per fare andata e ritorno in giornata.

Se arrivi in auto
Non parcheggiare di fronte la stazione: il parcheggio esistente è di ridottissime dimensioni.
Utilizza il parcheggio vicino, a circa 50 metri lungo viale della Stazione Centrale, ampio e gratuito per tutta la giornata.

Qui la posizione: https://goo.gl/maps/maZXyW5p5BZ5aDRx5

 

Il titolo di viaggio viene inviato automaticamente sulla mail indicata in fase di prenotazione, non appena viene completato l’acquisto online, unitamente alla ricevuta di pagamento.
Va esibito alla partenza da telefono cellulare senza necessità di essere stampato ed indica al suo interno posti e carrozza assegnati, personali e non cedibili per tutta la durata del viaggio.
Eventuali modifiche di posti possono essere stabilite per ragioni organizzative entro e non oltre la partenza.

 

I viaggiatori in possesso di invalidità certificata al 100% hanno diritto a riduzione della metà del costo del biglietto di viaggio.

Per l’acquisizione del biglietto di viaggio a tariffa ridotta, va preventivamente acquistato online il biglietto a tariffa piena. Successivamente, va inviata una richiesta alla mail info@ferroviadeiparchi.it allegando certificazione di invalidità personale in corso di validità e titolo di viaggio acquistato. Entro 7 giorni successivi verrà riaccreditato l’importo pari al 50% sulla medesima carta / conto utilizzati per l’acquisto, senza dover fornire alcun altro dato.

Per la particolare tipologia delle vetture d’epoca impiegate, non dotate di scivoli o ingressi a raso e di specifici spazi interni, il viaggio in treno storico non è adatto a viaggiatori con invalidità motoria in carrozzina.

 

I bambini da 0 a 4 anni non compiuti sono ammessi gratuitamente a bordo treno senza posto a sedere, nella misura massima di uno per ogni adulto accompagnatore e solo se appartenente allo stesso nucleo familiare, condividendo il posto a sedere dell’accompagnatore stesso (in braccio).

Per ragioni di spazio all’interno delle carrozze d’epoca, sono ammessi a bordo esclusivamente cani di piccola taglia, entro il limite di 20kg, al guinzaglio e senza occupazione di posti a sedere o di occupazione del corridoio centrale. Cani di taglia media e grande non sono ammessi.

I proprietari sono responsabili dei comportamenti dei propri animali e sono tenuti al massimo rispetto degli altri viaggiatori presenti e dell’igiene dei cani.

 

I corridoi centrali lungo tutta la carrozza e gli spazi di servizio per il personale di bordo vanno lasciati liberi per ragioni di sicurezza e non possono in alcun modo essere occupati, nè da persone, nè da animali, nè da oggetti ed effetti personali.

 

Sono ammessi senza alcun costo, e vanno consegnati alla partenza al personale sul binario per essere riposti nell’apposito carro bagagliaio posizionato in coda treno.
Per ragioni di spazio non possono essere caricati a bordo delle carrozze.

Domande più frequenti

 

La partenza è sempre dalla stazione ferroviaria di Sulmona, generalmente dal binario 1. Durante gli altri giorni il treno storico è ricoverato in pianta stabile presso il deposito locomotive dello scalo, dove è oggetto di manutenzione, decoro e pulizia. Non sono al momento previste partenze da altre località.

 

La prenotazione è esclusivamente online sul nostro sito www.ferroviadeiparchi.it, che mette a disposizione una piattaforma nella quale si può scegliere la data e il numero di posti, effettuando l’acquisto con una qualsiasi carta prepagata o carta di credito che consente di ricevere automaticamente il titolo di viaggio sulla propria mail.

Non trattandosi di treni di linea, l’acquisto dei biglietti non si effettua nelle stazioni ferroviarie (sportelli o biglietterie automatiche) o presso agenzie abilitate Trenitalia.

 

Sulla mail utilizzata per la prenotazione online vengono inviati automaticamente sia la ricevuta di pagamento sia il titolo di viaggio. Si raccomanda di verificare anche sulla casella di posta indesiderata.

Per quanti acquistano il pacchetto di viaggio con pernotto, la pratica viene lavorata con invio della fattura elettronica, del contratto di viaggio e in ultimo, entro 72 ore precedenti la partenza, del titolo di viaggio indicante posti e carrozza assegnati.

Si raccomanda inoltre di non stampare nulla, essendo sufficiente avere con sè il titolo di viaggio sul proprio telefono in formato elettronico per esibirlo al check in la mattina della partenza su richiesta del nostro personale in servizio.

 

Il treno è della Fondazione FS Italiane, organismo del gruppo FS Italiane nato nel 2013 per la tutela del patrimonio dei rotabili storici e di particolari linee ferroviarie in disuso funzionali allo sviluppo del turismo ferroviario nel nostro Paese. Capotreni e macchinisti presenti sono personale in servizio Trenitalia.
Non si tratta di treni di linea appartenenti al sistema di trasporto pubblico locale, ma tutte le partenze in programma sulla Ferrovia dei Parchi sono “charter”, ossia treni appositamente noleggiati dalla nostra agenzia viaggi, senza alcun tipo di finanziamenti pubblici o sponsorizzazioni private.

 

Dal dicembre 2011 la ferrovia è chiusa al servizio di trasporto ordinario e, dopo un periodo di sospensione e manutenzione, dal 2014 è stata inserita nel progetto nazionale Binari Senza Tempo della Fondazione FS Italiane con partenze speciali in calendario programmate ogni sabato e domenica ed ulteriori giorni festivi, per tutti i mesi dell’anno.

 

Sulmona si trova al centro dell’Abruzzo, sulla direttrice Pescara-Avezzano-Roma e Terni-L’Aquila-Isernia. Per quanti si trovano a ridosso della costa adriatica, c’è il comodo collegamento con il treno regionale Trenitalia del mattino da Pescara Centrale (ferma anche a Chieti), così come al ritorno da Sulmona.
Per quanti provengono da Roma, dal Lazio e dalle altre regioni limitrofe, non vi sono collegamenti utili in treno o in bus al mattino stesso nè al ritorno. È consigliabile quindi arrivare il giorno prima a Sulmona, in questo caso ci sono i treni regionali di Trenitalia e le compagnie bus private e pubbliche (da Roma, partenza dal terminal di Tiburtina).
Volendosi spostare in auto, si percorre l’autostrada A24/A25 con uscita al casello Pratola Peligna-Sulmona: stazione e centro città sono distanti poco più di 10 minuti.

 

Nelle immediate vicinanze della stazione vi è un ampio parcheggio, libero per tutta la giornata, dove lasciare l’auto.
Si trova su viale della Stazione Centrale ed è ad appena 50 metri dall’ingresso della stazione.
Qui la posizione: https://goo.gl/maps/ei4XorGJ9BecLhfg6 
Si sconsiglia invece l’uso del piccolo parcheggio del piazzale della stazione, che è di ridotte dimensioni e con pochi posti a disposizione.

 

Il viaggio è sempre andata e ritorno in giornata, si parte quindi da Sulmona e si rientra a Sulmona ripercorrendo lo stesso itinerario dell’andata, tranne in alcune occasioni specifiche in cui l’itinerario è di due giorni.

 

La partenza da Sulmona, tranne che in occasioni particolari, è sempre tra le 8.30 e le 10.00, mentre l’orario di rientro varia più facilmente, a seconda della stagione e della lunghezza dell’itinerario: è tra le 17.00 e le 18.00 durante la stagione invernale e tra le 19.00 e le 20.00 durante le stagione con più ore di luce.
Gli itinerari variano a seconda del periodo: hanno tutti in comune alcune soste intermedie e il percorrere sempre la parte di quota massima della linea che arriva fino a Roccaraso (52 km di linea), mentre si differenziano per avere diverse località come attestamento di giornata finale (Roccaraso, Castel di Sangro, Carovilli).
La linea è lunga complessivamente 118 km fino a Carpinone e 128 km se la si considera fino a Isernia, capolinea “storico”; in entrambe queste ultime località al momento non sono ancora previsti arrivi per via del completamento dei lavori in corso di elettrificazione di questo tratto e di riqualificazione delle stazioni.

Tutti i viaggi in calendario sono da sempre previsti con vetture d’epoca trainate da un locomotore a trazione diesel, non essendo la ferrovia elettrificata. La locomotiva a vapore non è presente a Sulmona e non è impiegata su questa linea, salvo occasioni speciali in occasioni di particolari ricorrenze, come la quattro giorni di treni a vapore effettuata il 15, 16, 17, 18 settembre.
 

Le carrozze impiegate sono le cosiddette “Centoporte”, vetture risalenti agli anni ’30 del Novecento, dai suggestivi interni e sedute in legno, composte ciascuna da 4 ambienti da 24, 16, 16 e 24 posti, con porte di salita/discesa da entrambi i lati e toilettes interne.
A volte vi è poi l’impiego di carrozze “Corbellini” e  “Terrazzini”.
I posti sono numerati: una volta acquistato un determinato posto, è personale ed assegnato per tutta la durata del viaggio.

 

L’impianto di riscaldamento è presente ed è funzionante durante la stagione fredda, mentre non è presente l’aria condizionata, compensata durante l’estate come meglio non si potrebbe dall’apertura dei finestrini!

 

A seconda della richiesta del periodo, può essere necessario acquistare i biglietti con anticipo (20/25 gg. precedenti la partenza).

È comunque consigliabile verificare sempre la disponibilità sul sito, che consente di monitorare in tempo reale sia la data di apertura delle prenotazioni, sia il numero dei posti disponibili del solo biglietto a/r sia così come del pacchetto biglietto a/r con pernotto.

 

Può essere acquistato, senza prenotazione, solo nell’eventualità in cui siano rimasti posti disponibili fino al giorno precedente la partenza, rivolgendosi al nostro staff presente sul posto. La disponibilità in tempo reale dei posti è consultabile sul sito ufficiale, cliccando sulla data di proprio interesse. Non è invece possibile richiedere la prenotazione dei posti e pagare il biglietto la mattina della partenza.

 

Sì è possibile, dalla apposita sezione “PARTENZE E BIGLIETTI”. Per comitive numerose è necessario contattare previamente l’organizzazione alla mail gruppi@ferroviadeiparchi.it.

 

L’acquisto del biglietto comprende il viaggio in treno storico A/R, assistenza e guida a bordo del nostro staff, oltre a tutti i costi fiscali e di gestione, mentre i servizi collegati come escursioni e visite guidate sono acquistabili online su prenotazione anche in abbinamento con le apposite tariffe previste.

Sul treno non vi sono aree ristoro o spazi dedicati al pranzo; durante la sosta prolungata del treno storico presso la località di giornata è possibile pranzare presso ristoranti ed esercizi disponibili, contattando in autonomia le strutture per la prenotazione.

 

Sono previste riduzioni tariffarie per bambini e per viaggiatori con invalidità 100%.

Per le agevolazioni tariffarie previste per viaggiatori con invalidità 100%, va preventivamente acquistato il biglietto con tariffa piena, successivamente va fatta richiesta di riduzione alla mail info@ferroviadeiparchi.it, allegando certificazione in corso di validità e titolo di viaggio acquistato. La pratica viene evasa nei 7 giorni successivi, con rimborso del 50% dell’importo relativo al titolo di viaggio della persona avente diritto.

Non sono previste altre scontistiche, salvo eventuali promozioni temporanee: trattandosi di treno charter d’agenzia, non sono valide le condizioni previste dal Gruppo FS per dipendenti del Gruppo, forze dell’ordine, militari e altre categorie.

 

Trattandosi di convoglio d’epoca, non è attrezzato con ingressi, aree e scivoli previsti sui treni moderni per consentire l’accesso delle carrozzine. L’ampiezza di ciascuna porta delle vetture è minore rispetto alla carrozzina, pertanto il viaggio non è adatto per persone con invalidità motoria in carrozzina.

Tutte le carrozze hanno accesso con scalini, pertanto si raccomanda fortemente la partecipazione a persone con piena autosufficienza motoria, specie per salita e discesa dalle vetture.

 

La richiesta va inviata a info@ferroviadeiparchi.it indicando le proprie credenziali; l’accettazione è ad insindacabile discrezione dell’organizzazione.

 

Le bici sono ammesse sul treno storico, senza alcun supplemento, e vanno consegnate alla partenza al nostro personale per essere riposte sull’apposito carro bagagliaio posizionato in coda treno, dotato di rastrelliera con capienza di oltre 20 bici.

 

Sì, è possibile portare a bordo treno cani di piccola taglia entro il limite di 20 kg di peso, al guinzaglio e senza alcun costo aggiuntivo. Per ragioni di spazi interni nelle carrozze, non sono ammessi cani di taglia media e grande.

 

È sufficiente presentarsi in stazione a Sulmona circa 20 minuti prima dell’orario di partenza. Non serve arrivare con largo anticipo; si potrà salire a bordo dopo il check in con il nostro personale, esibendo il titolo di viaggio, e l’apertura delle porte da parte del personale in servizio.

 

Si può scegliere liberamente tra l’una e l’altra opzione e in fase di acquisto del pacchetto di viaggio, inserendo nelle note la propria preferenza.

La richiesta può essere indicata anche alla mail dedicata propostediviaggio@ferroviadeiparchi.it, facendo riferimento all’ordine effettuato, potendo inoltre richiedere anche una o più notti aggiuntive.

 

Le partenze sono confermate con ogni condizione meteo. Eventuali annullamenti per condizioni meteo o altri motivi sono previsti unilateralmente dal gestore dell’infrastruttura (Rete Ferroviaria Italiana) e sono tempestivamente comunicati ai viaggiatori prenotati insieme alla doppia possibilità di scelta tra riutilizzo della prenotazione in altra data o rimborso.

Tutti i viaggiatori in possesso di un voucher hanno come scadenza fissata la data comunicata in sede di acquisto.

Il voucher non è prorogabile nè può essere altrimenti convertito in altro servizio o rimborso.

È invece possibile cedere il proprio voucher in corso di validità ad altri interessati, comunicando il cambio nominativo.

I nostri consigli

 

Se vuoi partecipare ad una escursione, ad una visita guidata o pranzare presso un ristorante, ti raccomandiamo di prenotare sempre con anticipo!
Stai viaggiando con tante altre persone non verso una città, ma verso paesi di piccole dimensioni: è difficile trovare posto all’ultimo momento, specie se in comitiva.

 

Non c’è un periodo migliore per viaggiare, ciascuno ha un proprio fascino e una atmosfera diversa, ma se dovessimo consigliare una stagione sicuramente indichiamo l’autunno per la bellezza dei colori dei boschi e la primavera per la forte presenza della natura che si risveglia.
Per chi è appassionato di neve, sicuramente il viaggio è consigliato anche in inverno. Ma se non si ha confidenza con temperature molto rigide, sotto lo zero termico, è preferibile partecipare in un altro periodo.

 

Calzature alte e comode sono sempre le migliori compagne di viaggio: le giornate in treno storico si abbinano spesso a occasioni di cammino all’aria aperta, in aree verdi o lungo sentieri, con diverse condizioni climatiche.
Non dimenticare mai un k-way, una giacca e in generale un abbigliamento a strati, anche in estate: le condizioni meteo sull’Appennino sono spesso imprevedibili!

 

L’esperienza in treno storico sulla Ferrovia dei Parchi è adatta in particolar modo a chi ha interesse all’approfondimento storico culturale sulle aree attraversate, sulle ferrovie, sulle comunità e sulle tradizioni locali, così come è molto indicata a chi ha interesse verso la natura e la conoscenza del territorio dal punto di vista scientifico, antropologico e geografico.
L’approccio ideale è un accostamento lento, spontaneo e curioso, senza la pretesa di trovare servizi capillari, usa e getta o “fast” tipici delle aree urbane.

Camminare, osservare, conoscere…sono le tre parole magiche da ricordare!